5. Consumo come esperienza, esperienza come consumo

«Chiunque dica che i soldi non comprano la felicità, semplicemente non ha idea di dove fare shopping», sono le parole, ormai fattesi aforisma e motto del consumismo contemporaneo, dell’attrice americana Bo Derek. Nella società postmoderna poche cose giocano un ruolo così centrale nelle nostre vite come l’atto del consumare, meglio declinato nella sua articolazione capitalistica…

Read More
4. Consumo e identità

Nel sistema neoliberale tutto è costruito intorno al mercato che diventa il protagonista della scena, prendendo le sembianze di un vero e proprio soggetto capace di esprimere liberamente il proprio volere. La libertà degli individui, attuata nel consumo, è così solo negativa: si tratta di poter scegliere fra possibilità pre-formulate, che nella pratica acquistano la…

Read More
3. L’etica del marketing

Parallelamente alla “fine delle ideologie” e alla crescita di un certo grado di cinismo verso le istituzioni, prendono rilevanza posizioni che vedono nel mercato l’attore chiave per far fronte alle varie lacune societarie. Oltre al marketing come generatore di tribù e comunità, si diffonde anche l’idea del marketing – soprattutto quello pubblicitario – come agente educativo. Sempre…

Read More
2. Tribù

Partendo da Simmel e arrivando a Bourdieu, sono molti i sociologi che hanno riflettuto su forme di consumo e mode. Come la cornice di un quadro, esse si definiscono contemporaneamente per identità e differenza: quello che sta dentro la cornice è coeso, e diverso da quello che sta fuori. All’interno, il riconoscimento reciproco procede parallelamente…

Read More
1. Psicologi, sociologi, antropologi e marketer

Il prodotto delle radici, delle vigne e degli alberi dev’essere distrutto per tenere alto il prezzo, e questa è la cosa più triste e amara di tutte. Camionate di arance rovesciate a terra. Gente che fa chilometri di strada per prendersi la frutta buttata, ma bisogna impedirlo. Come fai a vendergli le arance a venti…

Read More